SCATTI MATURATI NEL 2011

Il 13 dicembre Ŕ  stata siglata tra alcuni sindacati e l'ARAN l'ipotesi di accordo per stipulare il CCNL  col  riconoscimento degli scatti maturati nel 2011;  infatti per effetto della legge 122/10 erano ancora congelati gli anni 2011 e 2012. Il congelamento ora resta per quelli maturati nel 2012, ma che potranno essere sbloccati solo nel 2013;  a questo punto si deve pensare che anche il prossimo anno tutto sarÓ risolto e si tornerÓ alla normalitÓ.
La trattativa Ŕ stata portata avanti da Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda, mentre la CGIL ancora una volta Ŕ rimasta isolata nel rifiuto delle condizioni dell'accordo.

Un ritorno alla normalitÓ Ŕ indispensabile anche per definire le ricostruzioni di carriera che potranno essere fatte solo con l'esaurimento della fase transitoria e anomala in cui non si sa ancora quale sarÓ la definitiva progressione di carriera.

Le conseguenze:
a) quanti avrebbero maturato lo scatto nel 2011, compresi quelli con decorrenza 1 gennaio 2012 (la maggioranza dei casi), ma che finora nel cedolino hanno uno spostamento di due anni della scadenza, avranno il riconoscimento del passaggio di gradone dal 1/1/2012  o comunque con due anni di anticipo rispetto al cedolino; pertanto riceveranno la modifica e gli arretrati;

b) quanti pur essendo nella stessa situazione sono andati in pensione dal 1/9/2012 riceveranno dal Tesoro gli arretrati fino al 31/8/2012 , ma anche l'INPDAP dovrÓ procedere alla riliquidazione della pensione e, se l'hanno giÓ ricevuta, della buonuscita e saranno corrisposti gli arretrati sulla pensione dal 1/9/2012 in poi.
Come sempre, per˛, per i pensionati i tempi di attesa sono pi¨ lunghi, in genere circa un anno.

c) tutti gli altri sul cedolino dello stipendio troveranno la scadenza per il prossimo scatto anticipata di un anno rispetto alla data finora indicata; in attesa che nel 2013 si torni alla scadenza originaria che era indicata prima della legge 122/10 che bloccava gli scatti per un triennio (quindi anticipo di un ulteriore anno).

Esempio:
Dipendente che nel 2010, prima della legge 122/10, aveva sul cedolino l'indicazione della scadenza 12/2014, avrebbe maturato il passaggio di gradone dal 1/1/2015.
1) Dopo la legge 122/10 sul cedolino la scadenza Ŕ stata modificata in 12/2017 (scatto dal 1/1/2018)
2) Nel 2011, dopo il decreto interministeriale che sbloccava il 2010, sul cedolino la scadenza Ŕ stata modificata in 12/2016 (scatto dal 1/1/2017)
3) Quando sarÓ stipulato il CCNL appena siglato e sarÓ pubblicato sulla GU, sul cedolino la scadenza sarÓ modificata in 12/2015 (scatto dal 1/1/2016)
4) Se, come Ŕ pensabile, nel corso del 2013 sarÓ sbloccato anche il 2012, sul cedolino la scadenza sarÓ modificata in 12/2014 (scatto dal 1/1/2015)
E a questo punto saremo tornati alla situazione del 2010, quella precedente la legge 122/10 che bloccava i tre anni: 2010, 2011 e 2012.

 

Leggi l'ipotesi siglata il 12/12/12