AGGIORNATI I COEFFICIENTI PER IL CALCOLO CONTRIBUTIVO
Saranno in vigore dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2018

8/7/2015

Col decreto del 22/6/2015 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 154 del 6/7/15, il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso noti i nuovi coefficienti per il calcolo contributivo, adeguati alle variazioni delle aspettative di vita e in vigore per un triennio dal 1/1/2016.

 Apri il decreto del 22/6/2015


Chiariamo subito che la novità riguarda essenzialmente la pensione di quanti non avevano 18 anni di contributi al 31/12/1995 e quindi ricevono il calcolo contributivo a partire dal 1/1/96; pertanto un periodo di 20 anni della loro attività lavorativa è sottoposto al calcolo contributivo.
Poco rilevante l'influenza per quanti invece al 31/12/1995 superavano i 18 anni di anzianità, per loro il calcolo contributivo decorre dal 1/1/2012, per un periodo di circa 4 anni.

Per il calcolo contributivo si adoperano due parametri: l'importo dei contributi versati (montante) e il coefficiente legato all'età.
Però più aumentano le aspettative di vita, più diminuisce il coefficiente che periodicamente viene abbassato.

Esempio: Dipendente che non aveva 18 anni di anzianità al 31/12/95 e cessa dal servizio dal 1/9/2016, pensione di vecchiaia con anni 66 e mesi 9.
            Calcolo contributivo dal 1/1/1996 alla cessazione, periodo in cui ha accumulato un montante di 240.000 euro.

Nuovo coefficiente corrispondente ad anni 66 e mesi 9 é: 5,6515
La quota B annua di pensione dal 1/1/96 alla cessazione é: montante x 5,6515% : 13 x 12 ovvero
240.000 x 5,6515% / 13 * 12 = 12.520,35

Nel 2015 il coefficiente vigente per anni 66 e mesi 9 è 5,7785 e pertanto la pensione annua con lo stesso montante é  12.794,95.

Usa il foglio di calcolo in excel che permette di valutare gli effetti delle variazioni apportate ai coefficienti fino al 2016:

 Foglio di calcolo in excel sulle variazioni dei coeffienti