IN EVIDENZA

8/12/2016 Circolare del MIUR sui pensionamenti 2017 n. 38646 del 7/12/2016.
                    Scadenza dei termini per la presentazione delle istanze
20 gennaio 2017.   

E' stata emanata la circolare annuale del MIUR sui pensionamenti dal 1/9/2017.
Naturalmente come era prevedibile ignora le novità in materia pensionistica contenute nella legge di bilancio per il 2017, nonostante sia stata approvata anch'essa nello stesso giorno.
Come lo scorso anno, dobbiamo ora attendere la circolare suppletiva che uscirà in seguito (Prima di Natale? Speriamo) per sapere come si conciliano queste novità, in particolare l'APE, con le cessazioni del personale della scuola. E non solo; altre due novità della legge interessano le prossime cessazioni, in particolare la modifica del requisito dell'età per accedere all'opzione donna (bastano 57 anni al 31/12/2015) e la modifica delle norme sul cumulo dei contributi che agevola quanti attualmente dovrebbero ricorrere alla ricongiunzione legge 29.

Per il resto non contiene novità e ricalca le cose già dette lo scorso anno.
Per quanto riguarda le cessazioni d'ufficio ribadisce con insistenza e ripetitività un principio ormai consolidato affermato con chiarezza nella circolare della Funzione Pubblica del 8/3/2012:  per il personale della scuola l'età ordinamentale per le cessazioni d'ufficio è di 65 anni.
Detto in modo più semplice: il personale della scuola che compie i 65 anni entro il 31 agosto e possiede i requisiti necessari per andare in pensione dal 1/9/2017 deve essere collocato in pensione d'ufficio.
Naturalmente i requisiti possono essere sia quelli Fornero (41/42 anni e 10 mesi al 31 dicembre 2017 oppure 66 anni e 7 mesi sempre al 31 dicembre), sia quelli ante Fornero ovvero la quota 96 oppure i 40 anni di servizio maturati entro il 31/12/2011. 
Nella circolare si ribadisce che l'anzianità per la pensione anticipata con 41/42 anni e 10 mesi si matura senza alcun arrotondamento. Ed io ribadisco che ciò è stato finora sempre affermato nelle circolari, ma nessuna legge ha modificato la norma ante-Fornero secondo la quale 11 mesi e 16 gg costituiscono anno intero.
Lo stesso dicasi per quanto affermato a proposito di requisiti minimi post Fornero: si continua a indicare i 20 anni per la pensione di vecchiaia, senza precisare che ne bastano 15 per chi era in servizio nel 92. Saranno ormai casi rarissimi, ma se dovesse capitare tenetene conto. E' stato riconosciuto anche da una circolare INPS di qualche anno fa. 

Nella versione della circolare con commento che trovate in rete sono state evidenziate in rosso le principali novità, che poi in fondo non sono affatto "nuove".


 Apri la circolare del MIUR sui pensionamenti 2017

 Stessa circolare del MIUR adattata per semplificare la consultazione

 Scarica il testo del decreto ministeriale del MIUR sui pensionamenti 2017