ARRIVA LA RIFORMA
In realtà per le pensioni c'é più fumo che arrosto 


 

 

 

18/1/2019
L'immagine che apre questa pagina è da incorniciare.
Il governo  esulta dopo la presentazione del testo definitivo del decreto su reddito di cittadinanza e pensioni.
Era previsto dalla legge di bilancio e puntualmente é arrivato.

Torniamo all'immagine: campeggia sui quotidiani di oggi venerdì 18 gennaio.
Innanzitutto dimostra il crescendo del delirio di esibizionismo di Salvini che farebbe di tutto e di più per attirare l'attenzione e occupare la prima pagina. 
Anche con iniziative demenziali come questa: mostrare un cartello diverso dagli altri due in cui scompare il reddito di cittadinanza.
Quindi ne disconosce già la paternità, senza aspettare che fallisca.
In compenso concentra su di sè il merito per quota 100, da sempre il suo cavallo di battaglia per abrogare la riforma Fornero.
Dimentica, il nostro eroe, che questa quota 100 è solo l'ombra del suo progetto iniziale  e non abroga, ma rafforza la riforma Fornero.
Vale la pena di rivedere il video su you tube col suo illuminato pensiero.

 Apri il video col proclama di Salvini su quota 100.


Anche alla presentazione del decreto non si è risparmiato una battuta infelice: è un dono che offrirò alla signora Fornero.
Chissà quante risate si è fatta la Fornero in questi mesi.

Solo fumo per gli allocchi.
Altro che abrogazione della riforma Fornero: stringi stringi ... e non ti resta in mano nulla.
La proroga dell'opzione donna è blindata e potranno usufruirne solo le donne che hanno maturato i requisiti (58 anni di età e 35 di anzianità) entro il 31 dicembre 2018. Chi li matura nel 2019 si attacca al tram.
Quota 100 ha una durata triennale e dal 2022 sparisce e l'unico riferimento resterà la normativa introdotta dalla Fornero.

Salvini e Di Maio vanno in giro a dire che dal 2022 questo governo farà partire quota 41 al posto di quota 100:  in pensione con 41 anni di servizio indipendentemente dall'età.
Ma non dicono dove troveranno i soldi necessari che non sono pochi.
Su questo la legge di bilancio non dice nulla. Il decreto del governo non dice nulla. Lo dicono solo Salvini e Di Maio.  Trattenetemi, sto scoppiando dal ridere. Come si fa a credere alle promesse di chi una settimana prima delle elezioni aveva assicurato che la prima azione di governo sarebbe stata quella di togliere le accise sulla benzina e di cancellare la riforma Fornero (vedi il video di cui sopra).
Comunque se questi riescono a vendere fumo con tanta facilità e trovano chi lo compra, stupidi non saranno! Diamogli atto almeno di questo.